Ciao!

Per prenotare una consulenza o per richiedere informazioni contattaci.
 
Riceviamo su appuntamento, il primo colloquio conoscitivo è gratuito!

AMO NARCISO: STRATEGIE DI SOPRAVVIVENZA PER DONNE INNAMORATE

AMO NARCISO: STRATEGIE DI SOPRAVVIVENZA PER DONNE INNAMORATE

Oggigiorno la parola “narciso” o “narcisista” è ormai sulla bocca di tutti. Il narcisismo è un meccanismo sano di sopravvivenza e anche una descrizione di personalità usata e abusata che tende a non rendere appieno la varietà e le sfaccettature delle persone reali. Ma chi è il narcisista? L’uomo narciso è brillante ed intelligente, ama salire in cattedra ed essere ascoltato, è molto sicuro di sé. È divertente, spesso trasgressivo e mai banale. Ha bisogno di essere al centro dell’attenzione, di continue conferme, di essere eccezionale sempre; cerca emozioni costanti e forti e ne ha necessità.

Con i narcisisti non ci si annoia mai: costituiscono grandi sfide relazionali, funzionano nei momenti di crisi, “muoiono” se si annoiano e subiscono la mancanza di stimoli o se non vengono gratificati, sono irriverenti, non sopportano limitazioni, si sentono vivi se liberi e se vengono gratificati. Vivono continuamente oscillando sulle montagne russe, tra l’up e il down: quando stanno bene riescono a sentirsi pieni di energie e ad approfittare di ciò che la vita offre loro, quando stanno male scaricano la loro sofferenza, oltre che su di sé, anche verso chi sta loro vicino.

Lo stare in coppia è una danza che si co-costruisce all’interno della coppia e servono a volte gli accorgimenti per mantenere e “manutenere” una relazione di coppia con una persona narcisista. Umberta Telfener (2006) nel suo libro “Ho sposato un narciso” descrive alcune strategie che possono essere utili per mantenere viva una relazione con una persona che presenta questo tipo di caratteristiche. Vediamole insieme:

 

  1.    Imparare a tenere uno spazio tutto per sé

Per sopravvivere alla relazione con un uomo narciso è importante imparare a mantenere uno spazio tutto per sé. La capacità di centrarsi senza isolarsi, ritagliarsi dei luoghi della mente unicamente propri per mantenere un senso di soddisfazione di sé, per non cedere all’uomo il potere su di noi.

 

  1.    Non affidare loro il proprio valore

La nostra stima non deve dipendere dall’altro, anche perché un narciso, prima o poi, la calpesterebbe. Essa deve essere fatta di mattoncini che possiamo disporre uno sopra l’altro, questi mattoncini sono fatti delle cose che ciascuna di noi ha fatto e compreso nella propria vita e tutto questo lo dobbiamo lasciare a noi e non affidarlo all’altro.

 

  1.    Non renderli dei mostri ai nostri occhi

È molto facile che questo tipo di partner possa diventare un nemico, diventare vittime può essere una strategia compensativa, un modo per coccolarci da sole, per riconoscerci in quanto sofferenti e bisognose di attenzione di fronte a un comportamento scostante e a volte freddo. E’ importante non sentire l’uomo come nemico e ricordarsi che ci troviamo di fronte ad un bambino ferito che vuole essere salvato da se stesso.

 

  1.    Non prenderli troppo sul serio

Cercate di non prenderli troppo sul serio, i narcisi dicono spesso tutto e il contrario di tutto: la loro energia va e viene, progettano viaggi grandiosi e attività altrettanto grandiose che spesso non portano a compimento. Cercate dunque di farvi i vostri programmi e al massimo di condividerli con lui ma non prendete troppo sul serio i suoi perché se lui non farà le cose che si ripropone, almeno lo avrete fatto voi.

 

  1.    Non spingerli a fare sempre le cose insieme

Le partner dei narcisi devo imparare a regolare le giuste dosi di vicinanza e lontananza. Da una parte infatti i narcisi sentono il bisogno di molta fusione, ma dall’altra hanno paura delle richieste e si sentono più liberi se lasciati a loro stessi, padroni del loro tempo e delle loro angosce. L’idea sarebbe essere a loro disposizione quando ne hanno bisogno, ovviamente questo non è assolutamente un atteggiamento consigliabile, ma se riusciamo ad imporre il rispetto dei nostri spazi e ad essere rassicuranti quando ci siamo, il tempo che passiamo con queste persone può essere molto piacevole.

 

  1.    Rassicurarli e gratificarli, ma non troppo

Far sentire il proprio uomo indispensabile, dargli risposte rassicuranti, lasciargli il controllo della relazione. Amarlo e non accudirlo, “massaggiare” il suo ego. È molto importante però non diventare rassicuranti a tal punto da assumere il ruolo della madre, è importante infatti far vivere i narcisisti in uno stato di incertezza riguardo al rapporto, il tenerli “sulla corda” permette a noi donne di risultare più interessanti, hanno infatti piacere che la loro donna sia ammirata dal mondo esterno e che loro siano quindi invidiati.

 

  1.    Non opporsi e non paragonarli ad altri

Non utilizzate un atteggiamento ipercritico nei loro confronti perché ciò vi si ritorcerebbe contro e rischiereste di essere odiate.

 

  1.    Ricordarsi che hanno un problema con l’intimità

Stare in intimità con un narciso è molto faticoso poiché non si sentono mai sufficientemente amati, probabilmente perché hanno paura di fidarsi, quando sono innamorati si sentono deboli di fronte all’altro. Per loro è ineluttabile che i rapporti abbiano una fine e spesso non tollerano nemmeno il calare dell’intensità della relazione, non sono disposti a scendere a compromessi. Per non stare male nella relazione con loro potrebbe essere utile fare una differenza tra “non vuole stare con me” e “non sa stare nelle relazioni”.

 

  1.    Ricordarsi che spesso provocano per fare arrabbiare l’altro

Per il narcisista più si affeziona e più ci si sente simbiotico, più rischia di perdere la sua “libertà” e per questo inizia a squalificare l’altro quando si sente troppo vicino. Riconoscere che il comportamento irrispettoso che adotta la maggior parte delle volte è una difesa, può essere importante. Bisogna dunque rendersi conto che non attacca la persona, ma la fantasia che ha di lei.

 

  1.   Proporre loro cose da fare

Coinvolgerli anziché aspettarsi che siano loro ad organizzare. La tranquillità li rende vittime della noia. Ciò che li mantiene in vita è la curiosità e la capacità di stupirsi.

 

  1.   Annaffiare il loro ego

Gratificatelo molto, sappiatelo ascoltare e ricordatevi le cose che vi dice. Non pensate mai di essere superiori perché questa premessa vi metterà nella scomoda condizione di non ritenerlo indispensabile e questo vi si potrebbe ritorcere contro.

 

  1.   Non prendere troppo seriamente le loro cupezze

La capacità di godere dei narcisi è minima per cui passano dall’euforia all’apatia molto repentinamente. È importante rispettare le cupezze dei narcisi in quanto sono parte di loro e costituiscono quell’aspetto che loro stessi apprezzano di sé, quindi occorre seguirli, non penalizzarli, ma nello stesso tempo non deprimersi a propria volta.

 

E infine… non pressarli sulle pretese d’amore: “Mi ami? Ma quanto mi ami?” Questo tipo di domanda piace poco a qualsiasi uomo in generale, ma ancor meno ad un narcisista, rischiereste di essere definite come “ossessive”. Non è quindi utile, né, tanto meno, consigliabile chiedere un riscontro o una verifica della solidità del rapporto.

 

Elisa Piovani

Dott.ssa Elisa Piovani- Psicoterapeuta- Studio Itaca