Ciao!

Per prenotare una consulenza o per richiedere informazioni contattaci.
 
Riceviamo su appuntamento, il primo colloquio conoscitivo è gratuito!

famiglia Tag

Quello tra fratelli è un rapporto profondo e difficile da spiegare a parole. Condividere la vita giorno dopo giorno, e crescere insieme, è un’esperienza unica ma certo non esente da conflitti e difficoltà. La gelosia è un fenomeno praticamente inevitabile all’interno di una famiglia, e la gelosia tra fratelli - nello specifico -  è un normale sentimento che alla maggior parte delle persone è capitato di provare.

In una famiglia con più fratelli, ogni bambino può essere geloso di un altro, ma la causa più frequente e comune è la nascita di un fratellino. Il bambino che è venuto prima in una famiglia, sovente, mal sopporta il secondo o il terzo arrivato, e lo fa capire a modo suo, con tipici scatti di gelosia.

Il legame tra fratelli è, almeno da un punto di vista biologico e familiare, imprescindibile. Fratelli si nasce, si è e si resta. Mentre, dal punto di vista relazionale, parliamo di una dinamica ben più complessa, che risente di moltissime variabili: il contesto familiare, le caratteristiche personali, il sesso e l’ordine di nascita solo per citarne alcune.

  Se potessimo rappresentarla con un oggetto, probabilmente uno “zaino” descriverebbe al meglio tutta l’eredità che ognuno di noi porta con sé dai propri avi. Questa metafora, già di per sé, evoca un contenitore che può essere ricco di molti strumenti e aspetti utili, ma anche essere nello stesso tempo – se troppo ingombrante – pesante sulle spalle di chi lo porta.

Buonasera, sono una ragazza di 22 anni ed è da un po' che rifletto sull'iniziare una terapia, ma non ne trovo mai il coraggio. In passato ho avuto diversi problemi: mangiavo e vomitavo/digiunavo, mi tagliavo e per un periodo ho fatto uso di sostanze non troppo lecite. Premetto che non ho sviluppato una dipendenza nei confronti di quest'ultima, anche se riconosco che se non ne faccio più uso è solo perché non c'è al momento. Questo periodo della mia vita è più tranquillo di altri, anche se mi rendo conto di non stare propriamente bene. Ogni tanto mi ricapita di tagliarmi o di vomitare, azioni che per quanto mi facciano star bene dopo riconosco siano sbagliate. Una volta provai a parlarne con mia madre, ma si rifiutò di continuare il discorso. Vivo con lei e il suo compagno, mio padre è morto quando ero piccola. Spesso mi sento fuori luogo e di troppo, come se fossi una persona di serie B. I rapporti col compagno di mia madre non sono molto buoni, penso lui in fondo non sopporti il fatto che mia madre abbia avuto due figli prima di fare una bellissima bambina con lui. È molto destabilizzante la situazione e mi rendo conto che luo potrebbe essere la causa di molti miei problemi, ma non so come affrontare la cosa. Mi rendo conto che potrei avere aver bisogno di un aiuto, ma tanti fattori mi frenano... Vorrei risolvere la situazione con me stessa o mi rendo conto che le cose potrebbero ulteriormente peggiorare. Onestamente non so dove sbattere la testa. Grazie per aver letto, D.