Ciao!

Per prenotare una consulenza o per richiedere informazioni contattaci.
 
Riceviamo su appuntamento, il primo colloquio conoscitivo è gratuito!

mindfulness Tag

I Media sono pieni di articoli od immagini che forniscono consigli su come fare del “buon” sesso, come fare impazzire il proprio partner a letto, sui trucchi che si possono utilizzare per sorprenderlo o su quali siano i migliori sex toys sul mercato. Alcuni spunti sono sicuramente molto interessanti e possono fornire un valido supporto per sperimentarsi e per rendere il sesso “piccante” e appagante, ma prima ancora di seguire queste strategie, occorrerebbe farsi una domanda fondamentale: “Siamo davvero nel nostro corpo quando facciamo sesso?” Se la risposta è negativa, non c’è suggerimento piccante che tenga, poiché se mentre si sta facendo l’amore si inizia a pensare alla riunione del giorno seguente, alla lavatrice da fare o alla cena di domani è molto difficile che si possa godere appieno dell’esperienza che si sta vivendo. Per non parlare poi di quei pensieri legati alla performance, all’aspetto fisico, alle aspettative legate al raggiungimento dell’orgasmo, che trasformano il sesso in una esperienza altamente ansiogena invece che di puro piacere.

Attraverso il corpo facciamo esperienza del mondo, entriamo in relazione, conosciamo ed esprimiamo emozioni. Attraverso i gesti e le posture il nostro corpo “esprime”; attraverso sensazioni di dolore o di piacere il nostro corpo “sente”: in altre parole il corpo è un tutt’uno con ciò che noi siamo, pensiamo e sentiamo. Attraverso il nostro corpo comunichiamo continuamente, anche quando crediamo di non comunicare affatto. Comunichiamo verso l’esterno – più e meno consapevolmente – ma comunichiamo anche e soprattutto verso “l’interno”: il nostro corpo ci invia costantemente infiniti segnali relativi al nostro “essere”.

Quanti pensieri facciamo durante una giornata? Di quanti siamo consapevoli? Li ricordiamo tutti? La nostra mente, per suo naturale funzionamento è costantemente impegnata in ragionamenti, confronti, ricordi, progetti, una produzione continua che si manifesta sotto forma di parole, immagini, emozioni. In alcuni momenti questi pensieri possono diventare talmente fastidiosi e talvolta dolorosi che vorremmo scollegare la testa per trovare un po’ di pace.